Prof. Marco Maiotti

La capsulite adesiva, conosciuta anche come spalla congelata, è una condizione dolorosa che colpisce l’articolazione della spalla, causando una progressiva limitazione della mobilità. La capsula articolare, che avvolge e sostiene la testa dell’osso omerale, si infiamma e si ispessisce, restringendo lo spazio articolare e limitando i movimenti.

Cause:

Le cause precise della capsulite adesiva non sono completamente chiare, ma si ipotizzano alcuni fattori predisponenti:

  • Età: La capsulite adesiva è più comune tra i 40 e i 60 anni.
  • Sesso: Le donne sono colpite più spesso degli uomini.
  • Traumi: Traumi precedenti alla spalla, anche lievi, possono aumentare il rischio di sviluppare la capsulite adesiva.
  • Immobilità prolungata: Periodi di immobilità prolungata della spalla, ad esempio a causa di un intervento chirurgico, un trauma o una malattia, possono favorire l’insorgere della capsulite adesiva.
  • Malattie sistemiche: Alcune malattie sistemiche, come il diabete, l’ipotiroidismo e l’artrite reumatoide, possono essere associate a un aumentato rischio di capsulite adesiva.
  • Fattori genetici: Si ipotizza che una predisposizione genetica possa giocare un ruolo nello sviluppo della capsulite adesiva.

Sintomi:

La capsulite adesiva si sviluppa generalmente in tre fasi:

  • Fase di congelamento (2-9 mesi): Il sintomo principale è il dolore alla spalla, inizialmente presente durante il movimento e poi anche a riposo. La mobilità della spalla si riduce gradualmente, con difficoltà a compiere movimenti come alzare il braccio, ruotarlo o tirarlo all’indietro.
  • Fase congelata (4-12 mesi): Il dolore può diminuire, ma la rigidità articolare aumenta considerevolmente, limitando notevolmente la mobilità della spalla.
  • Fase di scongelamento (6-12 mesi): La mobilità della spalla migliora gradualmente, con un ritorno progressivo alla funzionalità articolare.

Diagnosi:

La diagnosi della capsulite adesiva si basa su:

  • Storia clinica e sintomi: Il medico valuterà i sintomi del paziente e le sue attività quotidiane.
  • Esame fisico: Il medico valuterà la mobilità della spalla del paziente, cercando di identificare la limitazione dei movimenti e la presenza di dolore.
  • Esami diagnostici: In alcuni casi, possono essere necessari esami diagnostici come radiografie, ecografie o risonanza magnetica per escludere altre patologie che possono causare sintomi simili.

Trattamento:

Il trattamento della capsulite adesiva mira a ridurre il dolore, migliorare la mobilità e prevenire la ricorrenza della condizione. Le opzioni di trattamento includono:

  • Farmaci: Farmaci antidolorifici e antinfiammatori possono essere utilizzati per alleviare il dolore e l’infiammazione.
  • Fisioterapia: La fisioterapia è un elemento chiave del trattamento. Esercizi di stretching e di mobilità graduale aiutano a migliorare la flessibilità e l’ampiezza di movimento della spalla.
  • Iniezioni: Iniezioni di corticosteroidi o anestetici locali nell’articolazione della spalla possono essere somministrate per ridurre il dolore e l’infiammazione.
  • Intervento chirurgico: In casi rari e gravi, quando i trattamenti conservativi non hanno avuto successo, può essere preso in considerazione un intervento chirurgico per rilasciare la capsula articolare e migliorare la mobilità della spalla.

Prevenzione:

Non esiste un metodo sicuro per prevenire la capsulite adesiva. Tuttavia, alcune misure possono ridurre il rischio:

  • Mantenere la spalla attiva: Praticare regolarmente esercizi di stretching e di mobilità per la spalla può aiutare a mantenere la flessibilità e la salute articolare.
  • Gestire le malattie sistemiche: Se si soffre di una malattia sistemica come il diabete o l’artrite reumatoide, è importante seguire attentamente le cure mediche per tenere sotto controllo la malattia e ridurre il rischio di complicanze.
  • Recuperare correttamente da traumi o immobilizzazioni: Dopo un trauma o un periodo di immobilità alla spalla, è importante seguire le indicazioni del medico per un recupero graduale e completo della mobilità articolare.

Prognosi:

La prognosi per la capsulite adesiva è generalmente buona. La maggior parte delle persone guarisce completamente con il tempo e il trattamento adeguato, anche se il recupero può essere lento e graduale. Tuttavia, in alcuni casi la capsulite adesiva può ripresentarsi.

È importante consultare un medico se si avverte dolore alla spalla persistente o limitazione della mobilità, soprattutto se i sintomi peggiorano gradualmente nel tempo.

Altri consigli utili:

  • Sii paziente: La guarigione dalla capsulite adesiva può richiedere diversi mesi. Non forzare la mobilità della spalla e segui attentamente le istruzioni del fisioterapista.
  • Gestisci il dolore: I farmaci antidolorifici e antinfiammatori possono aiutare a controllare il dolore. Applicare ghiaccio sulla spalla può anche fornire sollievo temporaneo.
  • Mantieniti attivo: Esegui esercizi di stretching e di mobilità delicati per la spalla, una volta che il dolore acuto si è attenuato, per migliorare la flessibilità e la forza.
  • Riduci lo stress: Lo stress può peggiorare il dolore alla spalla. Tecniche di rilassamento come lo yoga o la meditazione possono aiutare a ridurre lo stress.

Con il giusto trattamento e la riabilitazione, la maggior parte delle persone con capsulite adesiva può guarire completamente e tornare alle normali attività.

Questo articolo è stato scritto a scopo informativo e non sostituisce il parere medico professionale. In caso di dolore alla spalla o altri problemi medici, consultare un medico.

Apri la chat
Salve,
Serve aiuto?